Riorganizzazione d’Impresa ex D.lgs 231/01

legge_ambiente_rosa_consulenze_ambientali_riorganizzazione_impresa_ex_231

NOVITA’ DI AMBIENTEROSA : riorganizzazione d’impresa ex 231

O.d.V. 231 – Organismo di Vigilanza – nuova area professionale

Lo studio legale Ambienterosa S.r.l. ha un nuovo ramo di attività. La pluriennale esperienza e l’elevata professionalità maturata dall’avvocato Rosa Bertuzzi soprattutto in materia ambientale è a disposizione per una consulenza tecnica altamente specializzata sull’adozione del Modello organizzativo 231 (MOG).

Attraverso un’attenta valutazione delle esigenze e delle peculiarità della Vostra impresa, possiamo aiutare i destinatari del D. lgs 231/2001 a compilare MOG che soddisfi tutti i requisiti di idoneità, legislativi e giurisprudenziali, e che sia conforme alle Linee guida adottate dalle Associazioni di categoria rappresentative degli enti e con le best practices in materia ambientale.

Lo studio si pone anche di fornire attenta e costante vigilanza sull’attuazione e sul rispetto del Modello in qualità di Organismo di Vigilanza esperto e altamente specializzato. Garantiamo puntualità e precisione nelle valutazioni e nei suggerimenti relativi alle eventuali criticità emerse durante l’attività di vigilanza e una presenza effettiva all’interno dell’azienda.

 

PERCHÉ È IMPORTANTE IL MODELLO 231?

Attraverso l’adozione di un adeguato modello 231 sarà possibile per l’ente, società o associazione che l’ha adottato, evitare di incorrere nell’insidiosa responsabilità amministrativa da reato prevista dal Decreto Legislativo 8 Giugno 2001, n. 231 che prevede pesanti sanzioni pecuniarie e interdittive per l’azienda, che possono variare da un minimo di euro 10.329,14 ad euro 1.549.370 con anche la possibilità di applicare ulteriori aggravi in relazione a determinati reati.

Anche le sanzioni interdittive sono particolarmente invadenti per l’azienda, in quanto possono variare dal divieto temporaneo di pubblicizzare merci o servizi, fino all’interdizione, anche in via definitiva, dall’esercizio dell’attività.

Oltre a questi vantaggi diretti, l’ente potrà beneficiare del modello 231 anche per quanto riguarda la prevenzione della commissione di reati ambientali, in materia di salute e sicurezza sul lavoro, finanziari, societari, tributari e tanti altri.

Inoltre con il modello 231 l’ente acquisirà tutti i vantaggi del caso in materia di affidabilità, immagine, pubblicità, efficienza organizzativa, gestionale e di controllo.

 

IL MODELLO 231: LA NOSTRA ATTIVITA’ DI CONSULENZA

Lo studio Ambienterosa S.r.l. è a disposizione per rispondere a qualsiasi domanda o dubbio relativi alla normativa 231 ed è in grado di fornire collaborazione col management aziendale per la compilazione pratica del modello organizzativo di gestione, tenuto conto delle specificità e delle peculiarità di ogni impresa, di tutta la documentazione presente in azienda, dell’attività svolta, del target di mercato in cui l’ ente o società o associazione opera, delle procedure aziendali e dell’organigramma.

Accompagniamo i vertici aziendali attraverso una guida passo per passo così strutturata:

 Fase illustrativa

Illustrazione di tutta la normativa contenuta nel Decreto legislativo 231/2001, requisiti, obiettivi e finalità dei modelli di gestione, criteri di imputazione dell’ente. Illustrazione dei reati da cui può derivare la responsabilità per l’ente (reati c.d. “presupposto)

Fase di analisi

Attraverso numerosi accessi nelle sedi operative procediamo ad una attenta analisi dei rischi (risk assessment) in cui prendiamo conoscenza della completa realtà aziendale esistente e valutiamo le aree in cui è più probabile la commissione di comportamenti illeciti da cui possano derivare sanzioni per l’ente.

Studio di tutta la documentazione aziendale, colloqui con il personale e con la Pubblica Amministrazione.

Fase di elaborazione

Predisposizione di un piano di intervento, fissazione delle politiche aziendali, studio delle risorse umane ed economiche disponibili, valutazione delle priorità e delle tempistiche necessarie per la completa attuazione del modello 231, stesura preliminare del MOG

 

Fase di attuazione

Compilazione definitiva del modello 231, predisposizione del Codice etico e del sistema disciplinare, elaborazione meccanismi di controllo nelle varie attività di rischio, protocolli di prevenzione per ogni fattispecie di reato-presupposto, svolgimento delle funzioni di Organismo di Vigilanza, corsi di formazione e di aggiornamento periodici, pubblicazione del modello 231, rendicontazione periodica dell’attività di Organismo di Vigilanza effettuata.

 

La nostra consulenza si completa col raggiungimento degli obiettivi di massima adeguatezza e corretta attuazione del modello, al fine di predisporre un sistema gestionale idoneo a prevenire non solo reati, ma anche comportamenti non conformi ai principi e valori aziendali dell’ente, da cui potrebbe derivare un danno non solo economico, ma anche all’immagine e alla reputazione dell’impresa.

 

Lo studio è in grado di garantire la copertura della carica di O.D.V. Organismo di vigilanza per le grandi aziende che hanno proceduto all’adesione alla 231, la c.d. legge di organizzazione d’impresa, al fine di ottenere al meglio la qualità aziendale, grazie all’esperienza maturata sul campo e all’impegno dei nostri collaboratori.
In questa situazione di crisi e incertezza, più che mai la predisposizione di adeguati sistemi di prevenzione, monitoraggio, trasparenza ed efficienza, tipici di un buon modello organizzativo di gestione, gioca un ruolo fondamentale per reagire alle difficoltà e migliorare l’immagine aziendale.
PREVENIRE IL RISCHIO E SUPERARE LA CRISI.

 

Sul nostro sito è possibile trovare anche i seguenti articoli di interesse in materia:

 

 

AGGIORNAMENTI LEGISLATIVI 231

  1. Approvato il D. lgs n. 75 del 2020 – Aumentano i reati presupposto in ambito 231

GIURISPRUDENZA DI INTERESSE 231

Cass. Pen. sez. III n. 3157 del 2020 – responsabilità amministrativa delle persone giuridiche nei reati colposi

Cass. Pen. Sez. III n. 28210 del 2020 – Autonomia della responsabilità degli enti rispetto alla declaratoria di prescrizione del reato-presupposto

Cass. Pen. Sez. IV n. 3731 del 2020 – Responsabilità amministrativa degli enti e abnormità del comportamento del soggetto danneggiato

Cass. pen. Sez. IV n. 13575 del 2020. D.lgs 231-01. Fondamentale di idonei indumenti protettivi, oltrechè la formazione del personale

Cass. Pen. Sez. IV n. 29584 del 2020 – Responsabilità amministrativa degli enti in caso di operazioni eccentriche rispetto al contratto d’appalto

Cass. pen. Sez. III n. 1420 del 15 Gennaio 2020 – particolare tenuità del fatto e responsabilità degli enti

Cass. pen. Sez. IV, Sent., n. 3731 del 29 Gennaio 2020 – Responsabilità amministrativa degli enti per lesioni personali colpose

Cass. pen. Sez. IV, Sent. n. 29538 del 08 Luglio2019 – Omicidio colposo in un impianto di verniciatura e conseguenze per l’azienda

Cass. pen. Sez. III, Sent., n. 31232 del 16 Luglio 2019 – Abbandono di Rifiuti speciali non pericolosi e responsabilità per l’azienda

Cass. Pen. Sez. IV, Sent, n. 39741 del 27 Settembre 2019 – Responsabilità degli enti per omicidio colposo derivante da procedure di rimozione di infissi

Cass. Pen. Sez. Sez. II, Sent n. 41082 del 07 Ottobre 2019 – Non doversi procedere nei confronti di una società estinta

Cass. Pen.  Sez. IV, Sent. 28 Ottobre 2019, n. 43656 – Conseguenze derivanti da omesso rinforzo della pavimentazione con conseguente crollo e morte del lavoratore

Cass. pen. Sez. IV, 31 Ottobre 2019, n. 44399 – Abnormità del comportamento del lavoratore e carenze organizzative del modello 231

Cass. Pen. Sez. IV, 02 Dicembre 2019, n. 48779 – Omessa valutazione del rischio connesso all’estrazione di ogive

Cass Pen. Sez. IV, Sent. 09 Dicembre 2019, n. 49775 Lesioni personali colpose e prassi lavorative scorrette e pericolose

Cass. Pen. Sez. II 30-06-2020, n. 19561 – Misure interdittive, condotte riparatorie e interesse all’impugnazione

Cass. Pen. Sez II, 1-04-2020, n. 11135 – Sequestro preventivo finalizzato alla confisca. Inammissibilità del ricorso

Cass. Pen. Sez. IV, 02-12-2019, n. 48779 – Importanza di un modello organizzativo di gestione ai fini della prevenzione e della salvaguardia dell’ente

Cass. Pen. Sez. III, 12-062020, n. 18112 – Combustione di rifiuti. Sanzioni interdittive ex D. lgs 231-01

Cass. Pen. Sez. I, 5-08-2019, n. 35636 – Art. 452-bis c.p. e responsabilità ex D.lgs. 231 del 2001

Cass. Pen. Sez. III, 16-11-2018, n. 51821 – inammissibile il ricorso ad oggetto la valutazione del MOG

Cass. Pen. Sez. IV, 21-01-2016, n. 2544 – Interesse o vantaggio nei reati colposi d’evento ex D. lgs 231-01

Cass. Pen. Sez. IV, 28-10-2019 n. 43656 –  essenziale la valutazione circa l’idoneità del MOG in sede di giudizio ex D. lgs 231-01

Cass. Pen. Sez. III, 24 Febbraio 2017, n. 9132 – Modelli organizzativi di gestione – indispensabile adottare un efficace sistema di deleghe

 

 

L’avvocato Rosa Bertuzzi è a disposizione per ogni richiesta di ulteriori chiarimenti

DOTTRINA

LA GESTIONE DELLE IMPRESE EX DECRETO LEGISLATIVO 231
di Isacco Barbuti

Fondamentale importanza del Modello Organizzativo di Gestione – Il sistema di deleghe nell’ambito del D.Lgs. 231/2001

commenti disabilitati

Copyright © 2009-2011 AmbienteRosa – Corsi di Polizia Ambientale. Tutti i diritti riservati.